martedì 3 marzo 2015

Ti regalo un libro


Nuovo mese, nuovi libri in regalo. Per chi non avesse letto il post dello scorso mese, la motivazione è che sono sommersa dai libri, presto prenderanno possesso definitivo della mia casa e, prima che mi schiaccino definitivamente, ho deciso di liberarmi di quelli che credo non leggerò più. Voglio regalarli a chi abbia voglia di dar loro una nuova casa e non far prendere loro troppa polvere. Quindi, se volete uno di questi due libri, lasciatemi un commento qui sotto e io ve li spedisco.

I libri di questo mese sono: La falsa pista di Henning Mankell e Il sostituto di David Nicholls. Il primo l'ho acquistato all'edicola della stazione, prima di un viaggio, in preda al panico perché m'ero scordata di ricaricare la batteria del Kindle. Non riesco ad affrontare un viaggio senza qualcosa da leggere e ho comperato quello che ho trovato in edicola. Non amo molto i gialli, tranne quelli del mio adorato Scerbanenco, ma questo ha una trama molto appassionante e mi è piaciuto molto. Il secondo l'ho comperato sull'onda della passione per Un giorno, un libro che ho divorato e che ho amato tanto, ma non si è rivelato all'altezza del primo. Non so, forse l'ho semplicemente letto in un momento sbagliato, oppure forse era il mio atteggiamento a non essere quello giusto. Comunque, se lo volete, è tutto vostro. Fatemelo sapere! 

11 commenti:

  1. Sull'onda dell'entusiasmo per Un Giorno, mi prenoto per Il sostituto! (se non altro dopo il tuo commento, parto senza grandi aspettative!) ps come si fa, dopo aver scritto un libro come Un Giorno, a tenere quel livello? me lo sono sempre chiesto...Da quando lessi il "Due di due" e poi mi sciroppai tutti gli altri libri di De Carlo, poi "Jack Frusciante è uscito dal gruppo", poi "Ogni cosa è illuminata"...e infine sì, "Alta fedeltà"...adoro Hornby, ma niente, secondo me, ha più raggiunto quel livello. Quali altri ti vengono in mente Queen, che scritto uno, poi, come-lui-nessuno-mai?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il sostituto è tuo, baby. Concordo su tutta la linea, mannaggia a loro e a certi libri che come loro nessuno mai, che poi compri tutta l'opera di uno scrittore pensando di ritrovarci certa meraviglia e butti via una montagna di soldi. Hai già fatto un buon elenco, se me ne vengono in mente altri, ti faccio un fischio!

      Elimina
    2. Evviva! Ho vinto! :D Grazie! ps adesso ti faccio la domanda al contrario: qual è l'autore di cui invece ti è piaciuto tutto (o quasi)?

      Elimina
    3. I primi che mi vengono in mente: Paolo Cognetti, il mio amato Scerbanenco e Pennac.

      Elimina
  2. Ciao! Anche io come voi ho adorato Un giorno (rifiutandomi di vedere la trasposizione cinematografica perché sicuramente mi avrebbe deluso), però mi sento di consigliarvi anche il suo ultimo libro, Noi. Non arriva alle vette di Un giorno, ma è davvero moolto bello, toccante e ironico allo stesso tempo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buono a sapersi! Grazie :)

      Elimina
    2. Grazie Paola, buono a sapersi! Dopo Il sostituto, non sapevo se acquistarlo.

      Elimina
  3. Anche io ero un po' scettica anche perchè temevo non potesse ripetersi ma ha magistralmente virato su piani diversi e secondo me ha fatto nuovamente centro! Se poi deciderai di prenderlo mi dirai :-)

    RispondiElimina
  4. The Understudy è uno dei miei libri preferiti!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so, forse l'ho letto nel momento sbagliato! :-)

      Elimina