lunedì 17 febbraio 2014

Project 10 books


Posso dire, senza ombra di dubbio, di essere affetta da una seria forma di dipendenza: l'acquisto di libri. Io adoro leggere, ma ancor di più amo il libro come oggetto. Amo quello che il libro rappresenta: la possibilità di tuffarsi in una nuova storia, fare un viaggio, godere della bellezza delle parole. Ogni volta che entro in una libreria, perdo ogni capacità di ragionare e, se non mi controllo, torno a casa con almeno tre libri in borsa. E vogliamo parlare della lista dei desideri di Amazon? La mia è lunga almeno una decina di pagine e, quando sono triste, aggiungere titoli al carrello è un attimo. Da lì a cliccare "Acquista ora" è un battito di ciglia. Se possibile, la situazione è ulteriormente peggiorata con l'arrivo del Kindle: gli ebook sono convenienti, ti senti ancor meno in colpa ad acquistarli e c'è quella carognata del "Compra con 1 click" che, se non sei dotata di disciplina ferrea, ti fa esaurire la memoria del reader in un attimo. E poi, con 'sta storia del click, manco ti sembra di spendere dei soldi, mannaggia.

Ma adesso basta. Voglio disintossicarmi. Devo uscire da questo tunnel infernale, che riempie la mia libreria di scorte di libri per i prossimi dieci anni. Basta, basta, basta. Non posso più permettermi di portar dietro questo fardello. Ed è per questo che, quando ho visto questo progetto di Tamara di Citazionisti Avanguardisti, ho capito che poteva essere quello che fa per me. Si tratta di mettersi di fronte alla propria libreria (io ho tre interi ripiani di libri belli intonsi) e scegliere 10 titoli 10 da leggere, senza poter acquistare ulteriori libri finché non si è finito con quelli selezionati. Volendo, si può andare avanti e, di 10 in 10, esaurire la propria scorta. Io non voglio essere troppo ambiziosa, mi accontenterei di portare a termine almeno la prima pila di 10 (giusto per farvi capire come sono messa, prima di decidere se imbarcarmi in questo progetto, ho fatto una capatina veloce su Amazon e ho comperato due libri, una sorta di ultima pera prima di entrare in comunità). 

Come richiedono le regole di questo progetto, ecco la mia pila:

Agota Kristof - La trilogia della città di K.
Diego De Silva - Non avevo capito niente
Roddy Doyle - Rory e Ita
Susan Sontag - In America
Doris Lessing - Il sogno più dolce
Joanna Harris - La spiaggia rubata
Patrick McGrath - Il morbo di Haggard
James Ellroy - I miei luoghi oscuri
Ferzan Ozpetek - Rosso Instanbul
John E. Williams - Stoner

Gli ultimi due titoli sono stati appena acquistati, alcuni mi sono stati regalati, altri giacciono nella mia libreria da anni e credo abbiano già vissuto almeno tre traslochi: è davvero ora di aprire quelle pagine! L'ordine non sarà per forza questo, sceglierò secondo l'ispirazione del momento. Comincerò appena finito di leggere La ragazza dello Sputnik, che è il libro che ho sul comodino ora (e che mi sta piacendo da morire). Non so quando finirò, entro l'estate, credo (sono diventata una lettrice lenta, ahimè, e questo peggiora il problema dell'accumulo). Ve lo confesso, sono agitata, tremo anche un po', comincio a capire cosa si prova a cercare di liberarsi da una dipendenza. Ma io ce la farò, non ho paura (beh, insomma). Per caso, qualcuno vuole unirsi a me? L'unione fa la forza! Che tradotto vuol dire: aiutatemi, vi prego.

13 commenti:

  1. Il libro che sto leggendo ora l'ho scelto dalla libreria di casa, tra i tanti che giacciono inutilizzati da tempo.
    Mal comune mezzo gaudio Cinzia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sembra di capire che siamo in tanti! :-D

      Elimina
  2. io compro quasi esclusivamente libri usati. così, spendendo meno, mi sento meno in colpa. ma accumulo uguaglio, ecco. e poi li prendo in biblioteca, come diceva Luca, così se devo mollarlo a metà, me ne futto ancor di più. forza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Epperò i libri appena usciti non li trovi usati, io appena vedo un titolo che mi interessa vorrei subito leggerlo...ma mi sto curando, mi sto curando. Ce la farò.

      Elimina
  3. mi hai dato una bellissima idea, devo farlo anche io mi sa. il problema mio è che a furia di trovarmeli sotto gli occhi, i libri da leggere già mi annoiano, e ne voglio sempre di nuovi!
    però hai ragione, basta con l'acquisto compulsivo!
    devo selezionare 10 titoli dalla megalista e cercare di non comprarne altri fino a che non ho finito questi... oddio, mi sento molto male. sembra quasi come dire "ok, è ora di smettere di fumare". so che non posso farcela ;_;

    incoraggiami ;_;

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedo che siamo messe bene entrambe, eh? Ma secondo me ce la facciamo, ce la facciamo (intanto la mia lista dei desideri su Amazon ha raggiunto livelli assurdi).

      Elimina
    2. lol, io ho una megalista su amazon, una megalista su ibs, una megalista su bookdepository... insomma mi sa che in quanto a wishlist è difficile battermi XD

      Elimina
  4. Io sono in condizioni gravissime. Ho spostato i mobili per prendere un'altra piccola libreria e dirmi "eh... ho ancora spazio". Se poi non compro per me, finisco per comprare i libri per Arianna... Non so, dici che posso uscire anche io dal tunnel dell'acquisto compulsivo dei libri?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono appena all'inizio, non te lo so dire. Ma se vuoi, puoi entrare in terapia insieme a me! :-D

      Elimina
  5. Ecco, posso dire che, anche se non ne ho 10 in attesa, posso tranquillamente far parte di questo progetto!
    Un bacioneee

    RispondiElimina