giovedì 17 luglio 2014

Intervista a Sara di S*Art Lab

Posso dirlo a voce alta? Questo progetto per A little market mi piace tantissimo! Mi diverto un mondo a intervistare le mie creatrici preferite, scopro mondi nuovi e la mia wishlist si sta allungando a dismisura. Oggi è la volta di Sara di S*Art Lab, un laboratorio di sartoria delicatissimo, che mi ha fatto innamorare alla follia con il vestito che vedete qui sotto. E la gonna? E gli orecchini? Amore, amore, amore! Ma sentiamo cos'ha da raccontarci Sara! 


Ciao! Avresti voglia di cominciare quest’intervista raccontandoci qualcosa di te?
Ciao! Mi chiamo Sara, ho 29 anni e  vivo a Milano. Sono  la creatrice di S*Art Lab: un progetto di sartoria creativa e artigianato che nasce dalla mia passione per il cucito e per la personalizzazione della moda. 

Nel tuo negozio su A little market ci sono abiti (quello a righe mi ha conquistato il cuore) e bigiotteria. Com’è nato il tuo amore per la sartoria e l’handmade? 
Ho iniziato un po’ per gioco nel 2009, spinta dalla voglia di creare abiti unici e originali capaci di interpretare l'umore e soddisfare i capricci di ognuna di noi. Per questo motivo chiamo per nome ogni mia creazione: perché ogni donna è un abito e ogni abito è un'emozione. Questa è un po’ la mia filosofia… Ognuno dei capi che realizzo ha una sua piccola suggestiva storia: nasce per esaltare la femminilità nelle sue infinite espressioni di colore, forma e bellezza. Realizzo così tanti pezzi unici eleganti, chic o pret-à-porter adatti ad accompagnarci nelle avventure di tutti i giorni. 
Tutti i prodotti sono interamente creati da me: dal disegno alla confezione. In questo processo la ricerca dei materiali è fondamentale ed accurata: quando un tessuto mi piace riesco subito ad  immaginare l’abito che ne potrebbe nascere. 



Da dove nascono le idee per le tue creazioni? Quali sono le tue principali ispirazioni?
Amo molto il vintage sia per lo studio dei modelli che per la resa che hanno i materiali originali una volta utilizzati. 
La storia della moda è piena di spunti creativi, ci propone milioni di modelli che hanno saputo esaltare favolosamente la femminilità nel corso dei decenni, rimanendo ancora oggi dei must have. 

Hai un’icona di stile? 
Ovviamente si! Amo lo stile classico e raffinato di Audrey Hepburn. Mi ispiro molto alle varie personalità di donna che ha saputo impersonare sempre con grandissima eleganza: dalla ribelle principessa Anna di Vacanze romane, alla frivola Holly di Colazione da Tiffany o alla buffa Eliza di My Fair Lady.


Fai la sarta di professione? Se sì, ci racconti qualcosa in più sul tuo lavoro? Altrimenti, ti piacerebbe esserlo? Hai qualche sogno nel cassetto in proposito?
Amo molto cucire ma purtroppo non è la mia unica occupazione perché, per ora, non riesco a vivere solo di questo. Mai dire mai però! Chissà che un giorno non riesca davvero a fare la sarta di professione! Sogno una piccola bottega, magari tra le mura di Lucca, con tanti rotoli di tessuto colorati nel retro e i mie modellini appesi  in vetrina.

E infine, la domanda di rito: quali sono le tue creatrici preferite su A little market?
Una delle mie creatrici preferite di A little market è Valentina di Le Shabby Chat. Crea oggetti romanticissimi! Amo lo stile shabby e i colori pastello… Inoltre abbiamo una grande passione in comune: i gatti. 


2 commenti:

  1. Ci vorrebbe una carta di credito illimitata *__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto! Infatti la mia wishlist è lunghissimaaaaaaa :-)

      Elimina